Douglas Sladen

Douglas Sladen

 

Sladen, Douglas Brooke (1856-1947)

 

DOUGLAS SLADEN: ritratto di Frank Beresford – National Gallery of Victoria

Douglas Brooke Wheelton Sladen (1856-1947), autore, è nato il 5 febbraio 1856 a Londra, figlio di Douglas Brooke Sladen, procuratore legale, e di sua moglie Mary, nata Wheelton.
 Ha ricevuto una severa educazione evangelica, contro la quale in seguito ha reagito. Educato al Cheltenham College, era uno studioso del Trinity College, Oxford (BA, 1879), giocava a calcio per l’università, leggeva la storia invece dei classici e sviluppava il suo talento per l’amicizia con persone interessanti. La sua riluttanza per una vita stabile come avvocato lo portò a Victoria, dove suo zio, Sir Charles Sladen , era stato premier.
Sladen fu presto accettato nella società di Melbourne della classe superiore e nel 1880 sposò Margaret Isibella Muirhead, figlia di un abusivo del Distretto Occidentale; lei gli partorì un figlio.
Ha frequentato l’Università di Melbourne (LL.B., 1882) con l’intenzione di andare al bar e alla fine della politica, ma l’influenza dello zio stava calando e non aveva alcun entusiasmo per la legge. Ha iniziato lunghe amicizie con George Morrison e (Sir) John Monash , sulle cui vittorie australiane in Francia nel 1918 (Londra, 1920) ha fatto alcuni ritocchi. 
Nel 1883 Sladen si trasferì nel Nuovo Galles del Sud e fu nominato primo docente di storia moderna all’Università di Sydney.
 Ha tenuto conferenze sulla storia costituzionale alla moda di Oxford, ma il suo argomento non aveva uno status regolare nel curriculum e ha avuto un impatto minimo.
 Nel 1883 fu membro fondatore della sezione New South Wales della Australian Geographic Society.
La morte di suo zio e l’antipatia per il lavoro accademico coloniale lo portarono a dimettersi e nel 1884 lasciò l’Australia con sua moglie.
A Melbourne Sladen aveva contribuito con una lunga poesia, “Frithjof e Ingebjorg” alla Rivista vittoriana ; completato da pezzi più brevi, fu pubblicato a Londra nel 1882. Altri versi, prima stampati su giornali coloniali, furono pubblicati come testi australiani (Melbourne, 1883) e A Poetry of Exiles e Other Poems (Sydney, 1883).
 Il lavoro di Sladen era inglese di tono e di qualità indistinguibile, ma sviluppò un vivo interesse per la poesia scritta in Australia, e specialmente nel lavoro di Adam Lindsay Gordon . 
Dopo il suo ritorno in Inghilterra, Sladen fu incaricato di preparare un’antologia, Australian Ballads and Rhymes (Londra, 1888); la sua popolarità portò al suo allargamento quell’anno come A Century of Australian Song e un’ulteriore collezione, Australian Poets, 1788-1888 . La sua scelta era conservativa; anche nelle ballate preferiva il versetto “corretto” con un minimo di immaginario australiano, ma le sue antologie, con le loro introduzioni, erano importanti per stimolare l’interesse per il lavoro australiano.
Sladen ha scritto molti libri di viaggio, romanzi e antologie.

 


 Nel 1897 ha iniziato a modificare Who’s Who e ha ampliato la sua copertura di personaggi di spicco. Clubbable, era un ospite pronto e conversatore che si muoveva facilmente in ambienti artistici e teatrali e viaggiava molto.Non ha mai rivisitato l’Australia, confessando di avere tutto in Australia ma l’Australia è stata esiliata per me “. 
Connessioni australiane sono state preservate dalla sua edizione degli opuscoli e discorsi di Billy Hughes , da Boundary Rider al Primo Ministro … (Londra, 1916), e da due romanzi, Fair Inez: A Romance of Australia (1918), ambientato in Australia nel 2000 AD, e Paul’s Wife: O “The Ostriches” (1919), che mostrava un immaginario Alfred Deakin (che Sladen aveva conosciuto a Melbourne) in pensione in Inghilterra.
 Il copyright aveva tenuto la maggior parte della poesia di Gordon fuori dalle antologie di Sladen ma nel 1912 fu in grado di pubblicare un’edizione di Gordon e, con E. Humphris, Adam Lindsay Gordon e i suoi amici in Inghilterra e Australia (1912), che chiarirono lo sfondo inglese del poeta.
Sladen corrispondeva agli ammiratori australiani di Gordon e fu segretario del comitato commemorativo che collocò il suo busto nell’Abbazia di Westminster nel 1934. Produsse Adam Lindsay Gordon: La vita e le migliori poesie del poeta australiano (1934) per celebrare l’occasione.
La prima moglie di Sladen era morta il 15 giugno 1919 e sposò Dorothea Duthie il 31 luglio 1930.
Morì a Hove il 12 febbraio 1947.
Un ritratto di Frank Beresford è nella National Gallery of Victoria. I biografi hanno fatto molto affidamento sui suoi libri, Twenty Years of My Life(Londra, 1915) e My Long Life (Londra, 1939).

di  KJ Cable

Questo articolo è stato pubblicato su Australian Dictionary of Biography , Volume 6, (MUP), 1976

          Douglas Sladen nel 1907  pubblica a New York una guida turistica della Sicilia. Deve aver visitato Randazzo,  Maniace e Bronte nel 1904. L’autore consiglia al viaggiatore che si reca in Sicilia un itinerario in trentasette giorni ed al decimo ed undicesimo giorno la visita riguarda Bronte, Randazzo e Maniace.
Bronte è descritta come una cittadina di ventimila abitanti, “che sono considerati la gente più scellerata in Sicilia”. Chissà perché poi questo severo giudizio non suffragato da prove.

Se si desidera leggere la pubblicazione – “Sicily – The New Resort an Encyclopedia of Sicily by Douglas Sladen”  che ci riguarda in quanto nella II parte del libro da pag. 462 a pag. 468 si parla di Randazzo impreziosito da belle foto puoi andare nella “libreria” del sito oppure cliccare sul titolo.
  a cura di Lucio Rubbino

 

No announcement available or all announcement expired.