Don Giovanni Birelli

 

1928  27°  Mons. Arciprete  Don Giovanni Birelli  Canonico della collegiata di S. Nicolò.

           Con la rinunzia dell’Arciprete Germanà, dopo regolare concorso presso la Curia Diocesana e con l’approvazione della S. Sede, ebbe la Bolla che lo nominava Arciprete di Randazzo.
Venne contemporaneamente [nominato] dal Vescovo quale suo Vicario Foraneo. 
Per sua cooperazione fu rifatto in marmo il pavimento della Chiesa di S. Nicolò. É stato promotore di speciali Funzioni Sacre anche con l’intervento del Vescovo.  Con la divisione delle Parrocchie rimase Parroco della Parrocchia di S. Maria e si cooperò per l’erezione della nuova Parrocchia del S. Cuore, dopo di aver consolidata la fabbrica della Chiesa che, per difetto di costruzione, si era menomata nella consistenza.
Ha pensato anche a render autonoma la Chiesa di Cristo Re di Montelaguardia.
Promotore delle Vocazioni ecclesiastiche ha fatto entrare parecchi giovani in Seminario, avendo la consolazione di vederne alcuni già Sacerdoti.
  Fece rifare l’Organo di S. Maria rendendolo completamente liturgico mercè l’opera di Padre david dei Frati Minori Osservanti. 
Dopo i bombardamenti del 1943, rifece subito la tettoia della Chiesa di S. Maria che era stata distrutta dall’incendio; rifece l’aside centrale caduta per le bombe che la colpirono in pieno; spostò, arretrandolo, l’Altare Maggiore; dotò la Chiesa di un’artistica Via Crucis ed ha la buona volontà e l’intenzione di rifare l’Organo distrutto, rifondere le campane e rifare l’orologio. 
Noi gli auguriamo vita, energia e facilitazione nei suoi desideri con la benedizione di Dio.  Nel 25° di suo Sacerdozio fu insignito della Onorificenza di Cameriere di Onore di S. Santità. 
Arciprete Giuseppe Plumari ed Emanuele (Cenni Storia di Randazzo)

      Monsignore Arciprete Don Giovanni Birelli morì il 9 gennaio 1972