GIOVANNI PETRULLO

Giovanni Petrullo nato il 15/12/1934

Consegue il diploma di Abilitazione Magistrale ed e vincitore del primo concorso per Ufficiale postale bandito dalle Poste ed assunto 11 agosto 1957. 

Collocato in pensione il 15 Luglio 1998 per raggiungimento della Massima anzianità contributiva con la qualifica di Dirigente Superiore di Esercizio.

Nominato per meriti di lavoro Cavaliere della Repubblica il  2 Giugno 1978 dal Presidente Giovanni Leone.

Luglio 1991 squadra allievi Associazione Sportiva Randazzo: Torneo Italy Cup Verona. Il sindaco Francesco Rubbino,, ass, Gianni Petrullo, ass. Francesco Lanza, Nino Germanà, Salvatore Corso, Nino caggegi, Salvatore Manitta, Pietro Trazzera.

Eletto consigliere Comunale nel 1970, Assessore per parecchi anni, quasi sempre allo Sport e turismo, ha avuto l’onore di essere stato nominato Sindaco nel Gennaio del 1988, restando in carica per quasi tutto l’anno.

Amante dello sport„ ha dedicato ad esso, molto tempo della sua vita politica, riuscendo, con la collaborazione di altri colleghi, a dotare Randazzo di tutti gli impianti sportivi tutt’ora esistenti, incluso il campo di Baseball.

Campo completato poi, come avvenuto peraltro anche per altri impianti sportivi, per interessamento delle successive Amministrazioni.

Altro risultato, di cui va fiero, è stato, la creazione nel 1975, dell‘AIAS ( assistenza Italiana agli spastici) a Randazzo, sia per il suo impatto occupazionale per i Randazzesi, sia, e soprattutto, per l’aiuto che si poteva dare ai diversamente abili di Randazzo e dintorni, avviandoli anche all’apprendimento di un lavoro per la loro vita futura. Interpellato dall’allora presidente dell’AIAS di Acireale, collaborato dal Maestro Giuseppe Santangelo, a cui era stata affidata la classe dei bambini disabili, e dall‘assessore Alfio Cartillone, si è riusciti ad ottenere l’autorizzazione, da parte della Regione Siciliana, dell’uso dei locali dell’attuale sede dell’AIAS, che proprio l’anno scorso ha festeggiato il 40^ anniversario della sua fondazione, dando atto al Petrullo di quanto fatto per la sua istituzione.