ELIANA SCI

   Nasce in Sicilia, alle pendici del vulcano Etna, maestoso e solenne.
   Frequenta l’Istituto Magistrale e continuerà con passione il suo percorso di conoscenza, alla Facoltà di Scienze Della Formazione di Catania, in cui si laureerà, elaborando una tesi sul mondo delle donne, evidenziandone cambiamenti, similitudini e differenze tra ieri e oggi, attenzionando figure spesso “oscurate” (ma di estremo interesse umano e filosofico), dall’atavico misoginismo che ne tramanda una visione falsata.
   In seguito, decide di specializzarsi in “Metodologie didattiche sulla disabilità, per alunni con handicap sociale e di apprendimento”, e dopo qualche anno partecipa al Master in Bioetica, all’ Istituto Teologico San Tommaso di Messina.
   E’ importante notare come i suoi studi, l’abbiano portata ad avvicinarsi al mondo dell’arte, in particolar modo all’ ambito fotografico e poetico, con la consapevolezza di voler attraversare questi versanti, con lo scopo di raccontare, anche con cruda veridicità, ambiti spesso delicati e drammatici, scorsi sotto una lente a sfondo psicologico, filosofico, pedagogico e socio-antropologico.
   Si citano solo alcune delle performance riguardanti il settore fotografico:

1° premio, Centro Studi Tolerus, Ceccano (Fr);
1° premio, Randazzo arte 2010 e 2012;
premio speciale, terza biennale dei giovani autori, Bibbiena, Passione Italia(promosso da Seat pagine Gialle, con il patrocinio e il sostegno del comitato Italia 150 e con la collaborazione dei partner, Fiaf, Nikon, Epson;
2° premio, Associazione Culturale l’impronta, S. Pietro V.Co (Br);
2° premio, Associazione culturale Irpinia mia, Trevico (Av);
2° premio, Medicamp, Catania; 
3° premio, Associazione Culturale Radicinnoviamoci, Merlino (Lo); Menzione speciale, Gruppo Fotografico l’Osservatorio, Pino Torinese (To).

   La decisiva svolta artistica avviene con l’esposizione delle sue opere alla Biennale di Bibbiena, mostra dal titolo, “ONIRICHE VISIONI: ARMONIE E INQUIETUDINI DEL CORPO E DELLA MENTE…” un percorso che attraversa diverse prospettive, legate intimamente tra di loro, in un vortice primitivo e imponente.
   Il corpo e la mente, come protagonisti tra sogno e realtà, una visione quasi sempre onirica e spettrale, suggestionata da luci/ombre e insolite sequenze.
   Una ricerca del sé, profonda e dolorosa, un “io” ancora caotico e sfuggente.
   Fine ultimo, è toccare l’immaginazione, stimolandola, portando al cuore, un mondo vitale polisemico, in grado di aprirsi, pian piano, verso contesti sempre più estranei e a tratti scellerati.
   Il corpo, i volti, scomposti o idealizzati, impongono riverberi ancestrali, lasciando impronte in contesti di vita fatti di angosce ed ansie.         L’anima si manifesta, senza fraintendimenti e trova la sua reificazione nei “soggetti” capaci di sublimare la realtà fin quasi al non reale…
   Partecipa attivamente anche ad altre mostre personali, in svariate località nazionali, riscuotendo successo anche per quanto concerne pubblicazioni su riviste e libri di opere fotografiche e poetiche.
   Folgorata dalle mille sfaccettature dell’indole umana, avanza verso una continua crescita ed evoluzione , una maggiore esperienza e competenza dell’affascinante mondo del sapere.

Eliana Sci